La valle del Douro

IMG_4447

Ci svegliamo nella nostra camera spaziosa e con vista (tangenziale) verso le 9.00. La doccia è terapeutica. Facciamo check out e andiamo a visitare il Puente Romano a sud della città. Partiamo e facciamo colazione nell’area  di sosta a Las Cantinas, con croissant e napolitana mentre ci dirigiamo alla volta della valle del Douro, la più vecchia regione vitivinicola della storia, ascoltando Pino D’Angiò trasmesso Melodia FM.

Melodia FM cede il passo a Radio 3 e mentre attraversiamo colline ricoperte di tori neri passano un live di Highway to hell. Alle 12.45, dopo 4 giorni di viaggio, attraversiamo il confine portoghese. Il territorio si fa più stretto e aspro, salite e discese più ripide e uscite di emergenza in salita che terminano con barriere di pneumatici.

Troviamo un distributore di GPL nella sperduta Benvende e il mio approccio con il portoghese inizia con un maldestro “gracias”.

Fuori dall’autostrada non esistono rettilinei, solo curve e saliscendi: iniziamo a vedere le vigne a destra e a sinistra, muretti di pietra, alberi da frutta, ulivi. I centri delle piccole cittadine sono pavimentate a sampietrini e i muri delle case sono bianchi. Dopo un ‘ora di viaggio ci accorgiamo di averne guadagnata una, grazie al fuso orario diverso.

Arriviamo nella Valle del Douro. Bellissima. L’uomo ci coltiva l’uva per farci il vino da oltre 2000 anni. Il Douro scorre placido a valle, tra i rilievi terrazzati di verde. Pranziamo a Pinhao con un panino alla Taberna do Rio. Svaligiamo la quinta Seara d’Ordens.

Raggiungiamo Porto alle 19.45 un po’ stanchini. Ci danno il benvenuto i gabbiani. L’oceano è vicino.

Usciamo tardi e ceniamo con piccoli assaggi in diversi locali. Domani non dobbiamo rifare le valige, per la prima volta ci fermiamo per due notti consecutive.

IMG_4439

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.