La maratona

“La maratona è una sorta di credo permanente: basta aver corso una volta soltanto per sentirsi maratoneti a vita. Un po’ come per la psicanalisi. Sì, la considero una forma di arte marziale, una disciplina interiore. Lo è intrinsecamente. Per gli allenamenti che richiede, per il modo in cui ti porta a percepire l’ambiente, per lo sforzo che esige dal tuo corpo.

Il maratoneta è un samurai con le scarpette al posto della spada: è estremamente severo verso se stesso, non si perdona mai, è costantemente in lotta contro i propri limiti… Sbaglia chi pensa alla maratona come a una scelta sportiva, è una disciplina massimamente estetica. È proprio una visione del mondo: non sono solo quei quarantadue chilometri da correre nel minor tempo possibile, è l’idea di resistere, di andare oltre…”

Mauro Covacich

Novembre 2009, Manhattan, New York: ragazza che corre.

Otto anni fa correvo la prima e unica (fino a ora) maratona della mia vita, la più famosa, quella di New York. Un’esperienza intensa, ma bellissima a cui sono approdato dopo dodici mesi di allenamento. Un’esperienza che consiglio a chiunque.

All’epoca questo blog non era ancora aperto, le foto di quella bella ventura le trovate a questo link.

Annunci

4 pensieri su “La maratona

  1. La maratona è una corsa molto bella da fare non solo perchè partecipi a un evento molto bello ma sopratutto perchè li incontri nuove persone e sopratutto di vedere parti della città che non hai mai visto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...