Bibione è in Portogallo

Oggi decido di poltrire, mi alzo con la sveglia delle 7.45, posticipata fino alle 8.03.

Nonostante ci sia foschia e il sole tardi ad arrivare, mi tocca fare una discreta coda per prenotare l’ombrellone, procedura richiesta quest’anno dal protocollo COVID-19.

Per fortuna l’acqua è particolarmente trasparente. I bagnanti, le barche e i windsurf si stagliano sull’orizzonte di un pallido grigio-azzurro, quasi bianco, e sembrano dirigersi verso un limbo lontano.

Anche le meduse devono avere capito che aria tira oggi, perché non si vedono in giro.

C’è aria di tempesta.

Continua a leggere

Se telefonando

Frenci cade dal letto anche questa notte, ma inizia ad affinare la tecnica: arriva con i piedi.

Io mi sveglio prima anche oggi per fare ginnastica, ma mi oppongo alla corsa per accaparrarsi l’ombrellone in prima fila. Sia quel che sia. E trovo posto in terza fila.

Continua a leggere

Meduse

Durante la notte non incontro nessuna fata argentata, la digestione va liscia nonostante le quasi due pizze della sera prima.

Invece Frenci cade dal letto come un sasso un paio di volte, nonostante le due sedie posizionate al suo fianco per protezione.

Quando si sveglia la mattina cerco di capire cosa sia successo, ma lui non ricorda neanche di essere caduto. Ironman.

Continua a leggere

Il lino delle fate

Il lino delle fate è una pianta che cresce anche nel litorale sabbioso veneto.

Si racconta che le fate raccogliessero le sue lunghe ariste piumose, per tessere i propri vestiti argentati e luccicare nella notte.

Lino delle fate è anche il nome del Resort in cui siamo ospiti.

Continua a leggere

L’etica del lavoro

Mi sveglio per primo, quasi dovessi partire per andare lontano. Sento il viaggio, sono teso come la corda di un violino; il mio essere associa alla partenza il concetto di avventura, ma stavolta mi sembra esageri un po’.

Continua a leggere

Timelapse trip a Bibione

Non sarà un’avventura (?)

L’avevo promesso. Solennemente.

A me stesso e all’Ale.

Non sarei mai andato a fare una vacanza stanziale a meno di 200 km da casa.

In riviera.

Come i Cesaroni (parafrasando il mio saggio padre putativo Mao).

Continua a leggere

Prologo

Chi non può cambiare idea non può cambiare nulla.
(George Bernard Shaw)

Su e giù (#tentweekend)

Sveglia con vista, quasi mille metri di dislivello e un laghetto.

Continua a leggere