Strasburgo mon amour

IMG_9652_Fotor

Con una precisione ormai svizzera, alle 10.00 siamo in macchina pronti a partire. Abbandoniamo Reims, lo champagne e tutte le colline ricoperte dalle vigne per trasferirci a Strasburgo. Maciniamo 350 km in poco più di 3 ore e mezza, con due pause. Alle 13,45 parcheggiamo la macchina sul marciapiede dell’Iris Hotel Petit France, ai bordi del Reno, per scaricare i bagagli.

L’Hotel è a ovest, appena fuori dal centro. Camminiamo all’interno della Petit France e pranziamo al Pont Sant Martin, un ristorante da me già frequentato nel 2010 e nel 2011. Ormai sono cliente affezionato.

Dopo pranzo camminiamo sul lungo fiume in direzione nord est, e rivedo il pratino verde, all’ombra dei salici piangenti, i ponti ed i lampioni di ferro battuto, i ragazzi rilassati a bere birra, fumare e guardare l’acqua che scorre, la rossa Notre Dame, le case a pan de bois, il tram elettrico, le biciclette che sfrecciano, i battelli che alzano le onde del fiume lento e mille dolci ricordi delle estati passate mi tornano alla mente.

Entriamo a visitare la cattedrale. Esco per primo e mentre aspetto gli altri fotografo le facce meravigliate dei turisti di passaggio che osservano la pietra rossa e nera.

Raggiungiamo a piedi la sede del Parlamento Europeo. Un gentile signore ci riempie di cataloghi e opuscoli informativi. Torniamo in tram fino a Place du Marche Gayot dove decidiamo di fermarci per un aperitivo (partiamo con una buona Affligem, in modo da saldare quanto prima la scommessa di ieri). Ma il posto invoglia il dialogo e la convivialità e l’aperitivo si allunga fino al dopo cena. Parliamo di metempsicosi e del senso della vita, di cinema e rapporti sociali, in una escalation che ci porta a sentire musica dal vivo pop francese, al piano interrato di un locale poco più in là, frequentato da teenager.

Poco dopo ci rimettiamo in cammino, ridendo fra i profumi di primavera, e alle 23 siamo in Hotel ebbri di strada. Domani torniamo a casa e sono altri 750 chilometri.

Dobbiamo riposare un pò.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.